Come fornire backup appropriati per più server Linux?

Ci sono state diverse domande relative alla fornitura di backup, ma la maggior parte di essi erano troppo specifici, destinati all'uso domestico o basati su Windows.

Quello che vorrei sentire:

  • Fornitori di Internet di backup?
  • indirizzi IP multipli - quale viene utilizzato per i pacchetti in output?
  • Limitare l'utilizzo totale della width di banda per utente
  • Non è ansible smontare un file supportto con loop, ma non ci sono file aperti?
  • Imansible ssh nel server Ubuntu usando <servername> .local (in un server ma non nell'altro)
  • Come posso registrare i timestamp con le sonde di salute di Varnish?
    • Come si assicura che tutti i server Linux siano supportti correttamente?
    • Quante volte hai eseguito il backup dei server?
    • Cosa si fa a backup, oltre alle ovvie directory home?
    • Come si assicura che i backup siano incrementali, ma ancora facili da ripristinare?

    Soprattutto l'ultima domanda mi ha preoccupato. Comprimere i backup in tarball funziona bene, ma provoca un problema di performance grave quando ho improvvisamente bisogno di ripristinare un backup. D'altra parte, quando non compressi i backup e li sincronizza con un altro server, esiste un grave rischio di creare autorizzazioni utente incompatibili.

    Quali strumenti ti aiutano a rendere questo il più semplice ansible e qual è il tuo approccio preferito alla questione?

  • Qual è il modo più efficace per eseguire il backup di una directory piena di file di backup di database di grandi size?
  • Slot LTO4 unità a nastro
  • Dare autorizzazioni di lettura utente ovunque (Linux)
  • il backup e il ripristino di un'infrastruttura freeipa
  • Qual è il modo migliore per creare un backup statico di un sito web?
  • Se i dati statici devono essere eseguiti each volta su tape?
  • 7 Solutions collect form web for “Come fornire backup appropriati per più server Linux?”

    Quante volte hai eseguito il backup dei server?

    Il backup standard viene eseguito each giorno, ci sono alcuni backup che vengono eseguiti più frequentemente.

    Come si assicura che tutti i server Linux siano supportti correttamente?

    Il backup submit un rapporto con un buon sobject di successo o di fallimento. Verifico che ho ricevuto i messaggi di stato alless un paio di volte alla settimana.

    Cosa si fa a backup, oltre alle ovvie directory home?

    Dipende dal server, ma quasi sempre voglio / etc, / root, e / var / lib / dpkg. Quindi aggiungo tutte le directory di dati.

    Come si assicura che i backup siano incrementali, ma ancora facili da ripristinare?

    Uso Dirvish ,

    Dirvish è un sistema di backup rapido basato su disco su rotazione.

    Con dirvish è ansible mantenere un insieme di immagini complete dei filesystem con creazione e scadenza automatica. Un vano di backup diretto è come una macchina temporale per i tuoi dati.

    Dirvish utilizza rsync e l'opzione -link-dest per colbind i file identici per ciascun backup insieme. Il backup è veloce, non spreca spazio e il ripristino è semplice come quello di copiare i file.

    • Essi vengono eseguiti automaticamente e tutti i backup vengono monitorati per assicurarsi che siano completati correttamente (come riportto dal software di backup). Questo monitoraggio è fondamentale in quanto "chiude il ciclo" nei backup per assicurarsi che siano in esecuzione correttamente.
    • Di solito quotidianamente, anche se alcuni sisthemes (database server) occasionalmente ottengono strategie più interessanti.
    • Elenchi dei pacchetti, /etc , /var e /home . Tutto il resto può essere ricreato da lì.
    • Io uso il dirvish a casa, che crea solo gli alberi legati a file con rsync. Fa un ottimo lavoro, ma richiede che rsync funziona come root (per garantire che le autorizzazioni siano mantenute) ed è difficile per il filesystem dalla prospettiva di consumo di inodo. Al lavoro usiamo rdiff-backup, e mentre ha il proprio set di ideosincrezie, memorizza le autorizzazioni nei file metadati, quindi non hai bisogno di autorizzazioni root per scrivere il backup (ma devi eseguire un ripristino esplicito per get le autorizzazioni indietro ).

    Ho finalmente impostato un server RAID6 insieme a rsnapshot che utilizza rsync e hardlinks tra diversi backup, quindi questo salva posto ma rende ripristino un'operazione di copia semplice.

    Corro each mese incrementale, ruotando gli ultimi 14 snapshot, si accumulano notturno in una serie di istantanee di each secondo settimane, e poi impostate quaterly e impostando annualmente. Riporto tutto sui miei dischi.

    Per il backup offline ho appena acquistato un streamer di nastro SAS LTO4 che ho appena ricevuto ma non ho installato ancora, ma ho intenzione di memorizzare di tanto in tanto alcuni dei backup di rsnapshot e di memorizzare i nastri nel mio ufficio.

    Come si assicura che tutti i server Linux siano supportti correttamente?

    Noi facciamo rdiff-backup di notte. Abbiamo uno script che vive in / usr / local / bin che il cron funziona each notte.

    Per accertarsi che sia stato eseguito, utilizziamo nagios per verificare che la copia di / var / log / messages non sia mai più vecchia di 48 ore. Se è ansible vedere che nella pagina web nagios e nelle email che nagios invierà agli amministratori.

    Quante volte hai eseguito il backup dei server?

    Ogni notte.

    Cosa si fa a backup, oltre alle ovvie directory home?

    Abbiamo tutti backup, a parte alcuni bit che sono esclusi – / tmp / proc / sys e alcune cose in / var / log /

    Come si assicura che i backup siano incrementali, ma ancora facili da ripristinare?

    Usiamo rdiff-backup (vedi anche questo tutorial ). rdiff-backup produce una directory con la copia completa aggiornata di tutto ciò che stai copiando, ma mantiene i diff con i backup precedenti appesi intorno, in modo da poter recuperare i file per il momento più lontano dai diffs go. Probabilmente si desidera eliminare occasionalmente i vecchi diff (per risparmiare spazio) e c'è un command rdiff-backup per questo che potrebbe essere eseguito settimanalmente da cron.

    Ho un lavoro cron in esecuzione sui server che eseguono backup rdiff.

    / etc / gets backed, / home / e qualsiasi altra directory che mi assicurerà di riceverne un altro e funzionare asap quando scende.

    Tutto è raccolto in un posto centrale e tutto questo va a nastro each notte . Il nastro viene raccolto la mattina successiva e va via (fuori sito) per 2 settimane prima che sia ripiegato in rotazione.

    Per le cose molto cruciali, ho un corriere in tensione. Come in: un secondo server che si siede e si trova inattivo (ed è in realtà il mio giocattolo) ma ha tutti i file / servizi del primo. Quando il primo scende, questo si può prendere in un flash, tutto ciò che deve essere fatto è cambiare un record DNS.

     * How do you ensure that all of your Linux servers are properly backed up? 

    Faccio duplicità su di loro, sostenendo fino a amazon S3.

     * How often do you backup your servers? 

    Faccio un incremento completo di trimestri e di notte. Ciò è soprattutto per ridurre i costi di stoccaggio a S3.

     * What do you backup, apart from the obvious /home directories? 

    / home, / etc e / var. Ho eseguito una casella di debian così faccio anche una notte 'dpkg –get-selections /etc/debian.pkgs' in modo da poter monitorare ciò che è installato.

     * How do you ensure that backups are incremental, but still easy to restore? 

    la duplicità lo fa bene. Lo provo occasionalmente facendo un ripristino da qualche punto della storia.

    Io sto esplorando questo io e come voglio backup automatici, offsite a un servizio di archiviazione, Amazon Ghiacciaio e Backblaze B2 sembrano buone opzioni proprio ora (Backblaze essere il più economico attualmente).

    Guardando i clienti che supportno questi servizi e le funzionalità che ci si aspetta (crittografia, deduplicazione, backup incrementali), sembra che ci siano due opzioni che funzionano in Linux:

    • Duplicità – open source
    • HashBackup – avete bisogno di una licenza annuale pagata per HachBackup oltre al servizio di storage
    Suggerimenti per Linux e Windows Server, quali Ubuntu, Centos, Apache, Nginx, Debian e argomenti di rete.