Copia da Windows Server a Server, eseguita in remoto, panoramica dei processi

Ok quindi ho 3 server in questo esempio

Server_A, Server_B, Server_C

  • Cosa utilizzo per contenere la documentazione del server?
  • L'ospite KVM ha un indirizzo IP sbagliato in output
  • Debind il privilegio di disconnessione?
  • Come impostare l'interface di networking per avere eth0 come dhcp e eth0: 1 come ip statico?
  • Come scaricare e installare patch wannacry per Windows Small Business Standard
  • Che cosa utilizzare in Windows Server 2008 poiché NETDIAG non è supportto?
  • Vorrei spostare i dati attraverso la networking da Server_A a Server_B eseguendo uno script batch su Server_C, sarebbe qualcosa di simile.

    robocopy "\\Server_A\Share\" "\\Server_B\Share\" 

    1.) Come vengono i dati effettivamente scritti a Server_B, viene copiato da Server_A a Server_C in una cartella temp o memory quindi scritta a Server_B? Oppure Server_C in qualche modo in realtà dice a Server_A di copiare direttamente il file in Server_B.

    I miei pensieri sarebbero che i dati devono essere letti in una cartella temporanea o nella memory su Server_C prima che possa essere scritta su Server_B che significherebbe che effettivamente raddoublete la quantità di dati che viaggiano sulla networking usando Server_C per gestire il trasferimento diventa un ulteriore hop?

    2.) È più veloce eseguire questa copia dati su server_A vs esecuzione su Server_B assumendo che tutti gli aspetti di entrambi i server siano gli stessi? Ad esempio: quando si copia da un server a un altro, la gestione della copia sul server sorgente vs destinazione ha un impatto sul mondo reale?

    Immagino che l'esecuzione della copia dal server di origine sia più veloce perché ha l'accesso più veloce alle tabelle di allocazione dei file essendo memorizzate localmente, senza interrogare un server remoto.

    Grazie in anticipo per qualsiasi input che puoi fornire.

    One Solution collect form web for “Copia da Windows Server a Server, eseguita in remoto, panoramica dei processi”

    L'esecuzione del command robocopy mostrato nella tua domanda da "Server_C" provoca i dati da leggere sul filo da "Server_A" e inviati a "Server_B" da "Server_C". Tutti i dati attraversano l'interface di networking su "Server_C". I dati si muovono attraverso i buffer in RAM – non esiste una "cartella temp" o tale – è più effimera di quella.

    È vero, però, che stai creando un "hop" che genera più traffico generato. "Server_C" non ha alcuna particolare necessità per questi dati per spostarlo se "Server_A" e "Server_B" sono in grado di comunicare direttamente.

    In un simile scenario sarebbe più veloce eseguire il command robocopy su "Server_A" o "Server_B". Non creerai un "salto" che il traffico si muove inutilmente. C'è sicuramente un "impatto del mondo reale", anche se se fa una differenza pratica nella velocità visibile dipende da quanti dati si sta muovendo e dalla topologia di networking.

    L'esecuzione del command sul server di origine contro destinazione non comport alcuna differenza, in quanto gli stessi dati verranno letti da disco e trasferiti in networking. Non c'è niente sull'accesso alle tabelle di allocazione dei file che siano più veloci per l'origine rispetto alla destinazione: gli stessi dati si muovono indipendentemente da where inizia la copia in quel caso.

    Suggerimenti per Linux e Windows Server, quali Ubuntu, Centos, Apache, Nginx, Debian e argomenti di rete.