Qual è il punto del file zone.rfc1918 per Bind9?

Utilizzando un server LTS Ubuntu 10.04 in un ambiente autonomo e cercando di utilizzare viste per servire due sottoreti diversi di client. Ottenere degli errori relativi al file zone.rfc1918, quindi vorrei sapere quale tipo di file è utilizzato. Qual è il punto di ospitare gli indirizzi rfc1918?

Le sottoreti che sto usando sono rfc 1918 indirizzi, btw. Comprenderà il file default zone.rfc1918 causare eventuali (più) mal di testa?

  • il bind non functionrebbe a less che la query-permesso non sia "qualsiasi"
  • Windows XP non segue le parti CNAME
  • SOA e NS record primario (DNS)
  • L'installazione di Active Directory su VM separata da DNS non funziona in modo completamente - non so perché
  • Può BIND alterare una risposta basata su richiesta dell'indirizzo IP?
  • SMTP consente di utilizzare più indirizzi FROM nell'RFC. Era sempre utile, perché questo esiste?
  • One Solution collect form web for “Qual è il punto del file zone.rfc1918 per Bind9?”

    Generalmente è considerata una buona pratica per servire localhost , 0.0.127.in-addr.arpa e le zone inverse RFC-1918 sul sistema DNS interno per impedire l'invio di query da Internet a Internet. Consente di risparmiare tempo (si ottengono rapidamente le risposte per quelle query), la width di banda (nessuna richiesta che lascia la tua networking per le zone che non dovrebbero esistere) e rilascia il carico sui server a monte di te.

    Se si utilizza gli indirizzi RFC-1918 in tutti i modi servire i dati di inversione appropriati per l'intervallo (s) utilizzato. Dovresti anche servire zone vuote (o zone wildcard) per gli altri campi.

    Suggerimenti per Linux e Windows Server, quali Ubuntu, Centos, Apache, Nginx, Debian e argomenti di rete.