Qual è l'indirizzo di networking (xxx0) utilizzato?

Sembra essere pratica comune non utilizzare il primo indirizzo in una substring, cioè l'IP 192.168.0.0/24 , o un esempio più esotico sarebbe 172.20.20.64/29 .

Lo strumento ipcalc che uso frequentemente segue la stessa pratica:

  • Come trovare il process che causa la richiesta arp?
  • Metodologia per trovare un addreso IP "stabile" all'interno di una networking AS di alcuni ISP
  • NAT a due diversi server sulla stessa port tramite hostname con Mikrotik RB2011
  • Come posso utilizzare ping con una grande dimensione del pacchetto per risolvere i problemi di networking?
  • Montare permanentemente la condivisione di networking senza la necessità di accedere? (Finestre)
  • Se la fibra funziona benissimo, ci sono preoccupazioni quando si considera l'aggiornamento a 10 gig ricetrasmittenti?
  •  $ ipcalc -n -b 172.20.20.64/29 Address: 172.20.20.64 Netmask: 255.255.255.248 = 29 Wildcard: 0.0.0.7 => Network: 172.20.20.64/29 HostMin: 172.20.20.65 HostMax: 172.20.20.70 Broadcast: 172.20.20.71 Hosts/Net: 6 Class B, Private Internet 

    Ma perché in questo caso HostMin non è semplicemente 64 ? L'indirizzo 64 è un indirizzo valido, giusto? E qualunque sia la risposta, lo stesso vale per IPv6?

    Forse un po 'legato: sembra anche ansible utilizzare una port TCP 0 e una port UDP 0. Sono validi o utilizzati ovunque?

    8 Solutions collect form web for “Qual è l'indirizzo di networking (xxx0) utilizzato?”

    Come Wesley, Chopper3 e Willy hanno sottolineato la convenzione moderna utilizza il primo indirizzo (tutti i numbers dell'host zero) per la substring e l'ultimo indirizzo (tutti quelli host numero) come indirizzo di trasmissione.

    Per motivi storici, molti OSs trattano il primo indirizzo come una trasmissione. Ad esempio, pinging xxx0 da OS X, Linux e Solaris nella mia networking locale (24) ottiene risposte. Windows non consente di eseguire il ping per il primo indirizzo per impostazione predefinita, ma è ansible abilitarlo utilizzando il metodo WMI SetIPUseZeroBroadcast. Mi chiedo se potresti uscire con l'utilizzo di .0 come indirizzo host su una networking di tutti i sisthemes Windows.

    Poiché il primo indirizzo di una substring si riferisce alla substring stessa e viene utilizzato per scopi di routing.

    So che questo è un thread vecchio, ma stavo studiando questo io stesso e non mi sono fermato a "l'ospite zero non viene utilizzato perché è il numero della networking" perché non ho capito perché questo importva. Anche se è il numero di networking, non dovrebbe impedire che venga utilizzato come indirizzo valido poiché il meccanismo per determinare il numero di networking (ANDing la maschera di networking) continuerà a funzionare con esso per determinare il numero di networking.

    Non utilizzare l'indirizzo host di tutti, perché coincide con l'indirizzo di trasmissione che mi è stato comodo, in quanto è un indirizzo di destinazione valido già in modo che quando utilizzati sarebbe imansible distinguere tra quelli.

    Il motivo più spiegato che non possiamo usare lo zero dell'host è che è anche un indirizzo broadcast – anche se RFC1812, sezione 4.2.3.1, afferma che un router che riceve i pacchetti indirizzati ad esso "DOVREBBE scartare silenziosamente" (la loro enfasi – non la mia). Tuttavia, lo stesso paragrafo consente a questi pacchetti di essere trattati come una trasmissione.

    Ecco la sottosezione completa

      (2) SHOULD silently discard on receipt (ie, do not even deliver to applications in the router) any packet addressed to 0.0.0.0 or { <Network-prefix>, 0 }. If these packets are not silently discarded, they MUST be treated as IP broadcasts (see Section [5.3.5]). There MAY be a configuration option to allow receipt of these packets. This option SHOULD default to discarding them. 

    Il primo numero in una substring è l'indirizzo della networking stessa. così 192.168.0.0/24 è il numero che viene utilizzato per fare riferimento a quella substring. Naturalmente, l'ultimo indirizzo è l'indirizzo di trasmissione in cui le trasmissioni vengono inviate e quindi spinte verso tutti i client di quella substring. Nel network IP, rimuovi sempre 2 dall'indirizzo broadcast per trovare la quantità totale di indirizzi IP indirizzabili. 192.168.0.0/24 ha una trasmissione di 192.168.0.255 e quindi 253 indirizzi indirizzabili. 192.168.0.0/26 ha una trasmissione di 192.168.0.64 e quindi 62 indirizzi indirizzabili.

    (Chop e Willy mi hanno picchiato – ma io sono grumpy e non mi piace cancellare il mio post. =))

    All'inizio dei giorni di Internet, xxx0 è stato utilizzato come indirizzo di trasmissione per una networking. Questo è stato successivamente cambiato in xxx255. Ricordo che esistevano opzioni su SunOS per configurare la trasmissione come .0 o .255 durante quel periodo. Quindi suppongo di sicurezza, .0 e .255 sono sempre stati numbers riservati.

    xxx0 (o primo indirizzo su una substring) è l'indirizzo di networking e viene utilizzato per identificare il traffico che si trova nella stessa substring e che deve essere indirizzato a una networking diversa.

    Ci sono due indirizzi IP riservati per block CIDR. Uno è "il" numero di networking e sarà anche (bit 0) spento. L'altro è il braodcast diretto (trasmissione subnet) e avrà la parte ospite della networking impostata a tutti (numero dispari). Ecco un esempio dalla mia calcolatrice di substring:

     Network Net Broadcast CIDR Mask UsableHosts 192.168.254.0 192.168.254.31 27 255.255.255.224 30 AVL isPrivate, isClassC 192.168.254.32 192.168.254.47 28 255.255.255.240 14 AVL isPrivate, isClassC 192.168.254.48 192.168.254.55 29 255.255.255.248 6 AVL isPrivate, isClassC 192.168.254.56 192.168.254.59 30 255.255.255.252 2 REQ 2 isPrivate, isClassC 192.168.254.60 192.168.254.63 30 255.255.255.252 2 REQ 2 isPrivate, isClassC 

    Il numero di host 0 in each substring è riservato principalmente perché era un indirizzo broadcast.

    Il RFC dice, parafrasato, dovrebbe scartare, ma in alternativa, utilizzare come trasmissione, ma anche utilizzabile come numero di host tramite qualche opzione non predefinita.

    Ora, l' ottetto 0 come in xyz0 può benissimo essere un numero perfetto di CIDR non zero, ma in passato avrebbe problemi a volte in siti isolati a causa di bug di implementazione (possibilmente codice residuo di class) nel sito HW o SW.

    Oggi, l'ottetto 0 funziona abbastanza bene per essere assegnato da ISP e piattaforms cloud, anche se certamente alcuni servizi deliberatamente non lo consegnano in base all'esperienza passata.

    Abbastanza interessante, tutto ciò che ci vuole per supportre l'ospite 0 in un sito specifico è il supporto da parte dei dispositivi esatti presenti nella substring locale … una volta che il pacchetto viene aggregato a monte, non sarebbe nemless ansible sapere che in realtà aveva (CIDR ) il numero di host 0 in uso. La WAN non si preoccuperebbe affatto.

    Infine, se gli host di una substring locale utilizzano il numero di host di tutti i programmi per le trasmissioni e non fanno exception il numero dell'host di tutti, è ansible lasciare il router in default e avere una stazione "nascosta" a livello locale. Questo potrebbe essere utile per proteggere i sisthemes embedded, come i router di consumo a rischio di hack …

    Suggerimenti per Linux e Windows Server, quali Ubuntu, Centos, Apache, Nginx, Debian e argomenti di rete.