Salvare i dati dopo il formato dd accidentale

come imbarazzante come suona ho riuscito a dd una iso debian ad un hd esterno invece che la mia pen drive usb.

ora il mio 1.5 tb occidentale digitale ha una partizione di 1 700mb chiamata debian e il resto è spazio non allocato.

  • eseguire comandi shell shell arbitrari, crittografati tramite http (s)?
  • Backup PostgreSQL crittografati
  • Come configurare un server NFS che memorizza una condivisione di networking?
  • Impostazione dell'authentication sulla macchina virtuale
  • Qual è la codifica utilizzata per le lingue non in lingua inglese in un sobject di posta elettronica?
  • Diversi ACL su due OU con la stessa impostazione "protegge l'object dall'eliminazione"
  • se capisco correttamente come funziona dd, i primi 700 MB di dati nel disco sono perduti poiché sono stati sovrascritti.

    c'è qualche modo per salvare il resto?

    // il disco era ntfs partizionato

    2 Solutions collect form web for “Salvare i dati dopo il formato dd accidentale”

    Ciò dipende dal modo in cui i dati sono stati memorizzati sul disco. Nella maggior parte dei casi sarà frammentato, il che significa che un numero significativo maggiore di file potrebbe essere danneggiato, poiché alcune parti sono state sovrascritte.

    Per renderlo più preciso: Tutto ciò che ha avuto ampiezze nei primi 700 MB sarà (alless in parte) danneggiato.

    Tuttavia ci sono buone probabilità di recuperare alcuni file, controllare il testdisk e se questo non lo fai si potrebbe dare photorec una prova.

    Raccommand di scaricare UFS Explorer per eseguire una scansione e vedere cosa è recuperabile dal disco. Come per la maggior parte dei processi di recupero dati, assicurarsi di non scrivere altro sul disco. UFS Explorer funziona su Mac e Linux, ma preferisco eseguirlo da Windows. Dovresti essere in grado di eseguire la scansione e la produzione di un elenco di file e, eventualmente, di una struttura di cartelle. Assicurarsi inoltre di disporre di un altro disco o destinazione per recuperare.

    Suggerimenti per Linux e Windows Server, quali Ubuntu, Centos, Apache, Nginx, Debian e argomenti di rete.